85cafa492fd7cc9f448509e3b2312a81

Alcuni ricercatori hanno scoperto che i cavalli da sella si possono identificare in un etogramma comportamentale (l’insieme dei comportamenti naturali che manifesta una determinata specie animale) che sia indicativo del dolore muscolare e questo studio sta producendo ottimi risultati.

I segnali comportamentali che possono essere correlati al dolore nel cavallo possono essere subdoli e poco eclatanti, come l’abbassare le orecchie, fare smorfie, tenere gli occhi socchiusi, e molti altri.

Il cavallo può sgroppare se viene punto da un insetto, agitare la coda se toccato con la frusta sui fianchi, o mostrare il bianco degli occhi se vede qualcosa che lo spaventa o lo irrita. Ma un ricercatore ha recentemente scoperto che se questi comportamenti diventano ricorrenti, specialmente senza provocazione, il cavallo potrebbe avere dolore.

Negli anni la Dottoressa Sue Dyson e alcuni ortopedici veterinari della “Animal Health Trust Centre for Equine Studies, in Newmarket, ”(UK), hanno sviluppato un etogramma per cavalli da sella (un catalogo di comportamenti che un cavallo può mostrare montato) e che cosa possono significare. Hanno inoltre creato questa documentazione per comprendere i segnali di zoppia allo stadio iniziale o di leggero dolore.

Nel suo studio più recente Dyson ha paragonato il comportamento equino, con relative soglie del dolore, prima e dopo aver somministrato analgesici (tramite anestesia dei nervi effettuata durante un test di zoppia) per vedere se alcuni individui non istruiti sull’uso dell’etogramma, sapessero comprenderlo per riconoscere in modo attendibile il dolore nei cavalli. Ha condiviso i risultati l’ “American Association of Equine Practitioners Convention “ di San Francisco, California (USA) nel 2018.

“Proprietari e addestratori spesso non sono in grado di riconoscere la zoppia, specialmente se subdola”, sostiene Dyson “Problemi di performance vengono spesso definiti con causate dall’addestramento, comportamentali oppure del tipo “ha sempre fatto così”

Comportamenti relativi al dolore

Testa:

    • orecchie ruotate all’indietro, verticali o piatte

    • palpebre chiuse o semichiuse

    • sclera (bianco dell’occhio) esposta

    • fissare intensamente – aprire la bocca ripetutamente

    • mostrare la lingua o muoverla avanti o indietro

    • tirare il morso ripetutamente, avanti o indietro

Corpo

  • La posizione della testa cambia ripetutamente

  • Inclinare la testa di lato

  • Testa davanti alla verticale

  • Testa dietro alla verticale

  • Testa che si muove di lato oppure avanti e indietro

  • Coda tenuta bloccata o serrata di lato oppure larghi movimenti sferzanti

Andatura

  • Andatura accelerata – irregolare

  • Trotto fiacco e irregolare

  • Partenza al galoppo disunito o rovescio, galoppo in quattro tempi.

  • Treno posteriore che non segue l’anteriore

  • Cambi spontanei di andatura

  • Inciampare o trascinare i piedi

  • Improvviso cambio di direzione

  • Paura per nessun motivo apparente

  • Arretrare

  • Sgroppare

  • Calciare

I cavalli cercano di comunicare con noi. Sta a noi imparare a comprenderli”

L’etogramma del cavallo da sella, all’origine conteneva 117 comportamenti. Nello studio attuale Dyson e i suoi colleghi si sono concentrati su 24 di essi, che hanno identificato essere maggiormente associati al dolore. La presenza di otto o più sintomi probabilmente esprimono dolore muscolo-scheletrico.

Nello studio Dyson fece istruire un assistente su come interpretare l’etogramma e 10 assistenti non preparati (due stagisti veterinari, un veterinario tirocinante, cinque tecnici e due assistenti infermieri veterinari) ognuno doveva guardare dei video in cui 21 cavalli venivano lavorati al trotto e piccolo trotto da cavalieri professionisti, prima e dopo la somministrazione di analgesici (42 video in totale). I video venivano presentati in ordine casuale.

L’etogramma veniva applicato con un sistema binario (sì o no) in presenza del comportamento

I cavalli osservati soffrivano di vari tipi di zoppia, laterale o bilaterale, anteriore o posteriore, di sindrome di Baastrup (kissing spine) o dolore sacro-iliaco. Prima della somministrazione di analgesici, l’assistente istruito identificò da tre a dodici indicatori comportamentali (con una media di 10).
Dopo la somministrazione di analgesici, l’assistente ne trovò da zero a sei, (con una media di tre) una significativa diminuzione. Anche gli assistenti non formati notarono significative riduzioni di sintomi per tutti i cavalli dopo la risoluzione dal dolore, e la riduzione degli indicatori comportamentali indicò una probabile relazione fra dolore e comportamento.

Analizzando infine le relazioni degli assistenti non preparati si arrivò alle seguenti conclusioni riguardo agli indicatori comportamentali:

  • L’accordo fu unanime fra gli assistenti per i cavalli con zoppie
  • L’accordo fra l’assistente preparato e gli altri fu moderato e dopo la somministrazione di analgesici ci fu accordo unanime fra gli assistenti non formati e completo disaccordo fra questi e l’assistente istruito.

Basandosi su queste scoperte, Dyson concluse che gli assistenti formati e non potevano utilizzare l’etogramma per identificare la probabile presenza di dolore muscolo-scheletrico. Ad ogni modo l’uso di ciò ha bisogno di una preparazione da parte di addestratori, veterinari, proprietari, ecc. per ottenere migliori risultati .

0 54