382cd37d-6477-4c59-a87a-b4b87fdae4c7

Impara come si presenta “lo stress da calore” e che cosa fare se il cavallo ne manifesta i sintomi ,che cosa fare se si surriscalda , come prevenire e gestirlo con le temperature calde .

L’estate è una stagione perfetta , mettendo l’equitazione alla cima delle classifiche delle scelte preferite. Ma gli effetti delle temperature torride possono essere brutali per i nostri amici equini – quando le temperature calde salgono sopra i 32°C , la salute del tuo cavallo può velocemente degenerare alla zona critica, specialmente durante l’allenamento .

Il tempo caldo e umido può causare il surriscaldamento nei cavalli. Lo stress da calore abbinato alle temperature calde non sono cose da prendere con leggerezza . Quando un cavallo si accalda troppo durante l’esercizio , possono seguire delle conseguenze orribili , come esaurimento , spossatezza da calore o un colpo di calore.

I cavalli producono grandi quantità di sudore ,principalmente dalla digestione del mangime e dall’attività muscolare durante l’esercizio. Se l’aria è più fresca della temperatura del corpo del cavallo , il sangue viene deviato verso la pelle dove l’animale si libera facilmente del calore eccessivo, comunque se la temperatura dell’ambiente è più calda della temperatura del corpo del cavallo la deviazione del sangue non basta e la sudorazione diviene il mezzo principale attraverso il quale il cavallo si raffredda :il cavallo è l’unico mammifero, oltre all’uomo, che si raffredda attraverso la sudorazione .Questa bagna il corpo che si raffredda a causa dell’evaporazione .

I problemi sopravvengono se il sistema di raffreddamento si inceppa durante il tempo caldo e umido quando il sudore non evapora e il raffreddamento così non ha luogo in maniera adeguata – il risultato è lo stress da calore , che spesso si conduce alla spossatezza ed esaurimento da calore e il colpo di calore.

Quali sono i sintomi dello stress da calore nel cavallo :

  • Sudorazione maggiore o minore del solito
  • Pelle calda , ( potrebbe diventare fredda se si interrompe la circolazione)
  • Debolezza muscolare
  • Inciampare
  • Respirazione affannosa
  • Battito e polso accelerato che non si riduce dopo l’esercizio

  • Temperatura corporea alta , superiore a 38°C ( la temperatura normale di è dai 36 ai 38°C)

  • Sintomi di disidratazione , perdita della tonicità della pelle ,occhi infossati , cessazione dell’urinare

Il cavallo continua a sudare in modo esagerato e nonostante il fatto che la pelle sembri fresca , la temperatura corporea è alta e rimane elevata anche dopo il riposo .

Condizioni molto più serie sono riservate al colpo di calore, dove la pelle del cavallo colpito rimane elevata ed asciutta , la respirazione estremamente rapida e la sua temperatura può raggiungere i 41/42°C . Se non soccorso, un cavallo in preda ad un colpo di calore può avere un collasso e perfino avere delle convulsioni e morire

Che cosa fare se un cavallo si surriscalda

Se un cavallo si surriscalda, il suo proprietario non deve tentare di capire i vari sintomi ma dovrebbe immediatamente :

  • smettere di cavalcare , mettere il cavallo in un luogo fresco ed ombreggiato e chiamare un veterinario , perché la situazione può degenerare velocemente e diventare un’emergenza
  • se non c’è ventilazione, provvedere a crearla con un ventilatore , se possibile
  • partendo dai piedi e dalle gambe, gradualmente bagnate l’intero corpo del cavallo , inclusa la testa ,con acqua fresca .
  • non usare acqua fredda e non fare clisteri freddi
  • piccole quantità di acqua possono essere date da bere ad intervalli di 15 minuti fino a quando non arriva il veterinario

Come prevenire lo stress da calore nel cavallo

Lo stress da calore può essere prevenuto con degli accorgimenti adeguati nella cura e nella gestione – calcolando che l’indice di calore può mettere in allarme il proprietario in condizioni di tempo non favorevoli per il lavoro – per calcolare l’indice di calore : aggiungi alla temperatura in gradi Fahrenheit (1°C=1,8°F) il grado percentuale di umidità – se la somma è inferiore a 120 , non c’è problema a lavorare il cavallo se la somma è fra 130 e 150 il cavallo suderà ma non avrà problemi se gli darete molta acqua per idratarsi dopo la perdita di liquidi data dalla sudorazione

quando supera i 180 , il cavallo non va assolutamente lavorato perché il suo modo naturale di combattere il calore non sarà sufficiente

Cavalli a rischio di stress da calore

Certi cavalli sono più soggetti di altri allo stress da calore :

  • cavalli accuditi in modo scadente ,
  • cavalli sovrappeso
  • cavalli anziani
  • cavalli al sole diretto quando la temperatura supera i 37°
  • cavalli tenuti in box poco ventilati e che non hanno sufficiente idratazione o integratori salini o di elettroliti
  • cavalli trasportati da climi più freddi che non si sono ancora acclimatati ad un clima più caldo ( questi cavalli hanno bisogno di tempo adeguato )

Come l’alimentazione incide sullo lo stress da calore

Mangimi molto carichi di proteine creano calore durante la digestione e rendono i cavalli soggetti al surriscaldamento

I cavalli producono molto calore durante la masticazione la digestione e la metabolizzazione del mangime, quindi evitate di cavalcarli subito dopo averli alimentati nella stagione calda . il calore generato dalla digestione sommato al calore creato dal lavoro può condurli ad uno stress da calore. Come regola, montare sempre almeno tre ore dopo avergli dato da mangiare e aspetta almeno due ore dopo averlo cavalcato a dargli il suo pasto .

Sale e acqua , cruciali per prevenire lo stress da calore ?

Il fattore singolo più importante da tenere a mente per prevenite lo stress da calore e fornire molta acqua pulita e fresca da bere e sale mineralizzato a tutti i cavalli . Il cavallo americano medio normalmente beve 30 ai 37 litri d’acqua al giorno .Le alte temperature anche senza esercizio , devono far raddoppiare questa quantità .Per cui, se l’acqua viene fornita in secchi , aggiungerne sempre almeno un secchio per box . Controllare i secchi almeno 3 volte al giorno per assicurarsi che abbiano sempre acqua a volontà. Ricerche hanno appurato che i cavalli che fanno molto esercizio, tipo i cavalli da endurance , possono emettere anche quindici litri di sudore all’ora sotto condizioni di elevate temperature ed umidità.

In condizioni normali , una razione bilanciata ed accesso di sali minerali a volontà sono sufficienti a rimpiazzare gli elettroliti persi dal sudore. Comunque, il sudore dei cavalli contiene una grande quantità di sodio e potassio e i cavalli che sudano eccessivamente potrebbero non essere sufficientemente in grado di recuperare questi elettroliti solo consumando del supplemento di sale. Perciò, fornire un buon apporto di elettroliti nel mangime ai cavalli che lavorano molto in temperature calde .

Disidratazione

La disidratazione è un segno inequivocabile di esaurimento da calore. Quando un cavallo perde la traspirazione più in fretta di quello che riesce a compensare, diventa disidratato. Un semplice test del “pizzicotto”può aiutarti a determinare se il tuo cavallo lo è. Pizzica una piccola porzione di pelle sul collo e sulla spalla del cavallo e rilascia. Se la pelle torna indietro con vigore, il cavallo è a posto. Se c’è un ritardo, potrebbe essere disidratato .

La disidratazione ha un impatto profondo e immediato sul benessere di un cavallo , di più della carenza di un nutriente .Per metterlo nel contesto ,il corpo può perdere tutto il grasso e più della metà delle sue proteine e sopravvivere , ma una perdita di anche solo un decimo della sua acqua può avere conseguenze molto serie .

Grandi quantità di fieno o cereali di solito richiedono un aumento dell’idratazione .in contrasto, i cavalli che pascolano possono sopperire alle loro esigenze di idratazione dall’erba, che contiene circa l’80% di acqua.

L’esercizio aumenta la quantità di calore che il cavallo deve dissipare allo scopo di far funzionare le proprie attività vitali .Anche il movimento dell’aria può aiutare per il raffreddamento da evaporazione – se un cavallo continua a perdere calore a temperature ambiente più alte della sua temperatura fisica, le temperature alte possono inibire fortemente l’efficienza dell’ evaporazione.

Per scoprire se il proprio cavallo è a rischio , aggiungi alla temperatura esterna in gradi Fahrenheit la relativa umidità: se il totale è più di 150 , c’è un potenziale per il surriscaldamento , e bisogna fare ulteriore attenzione .

I segni di disidratazione includono una lenta reazione capillare e fa calare l’elasticità della pelle . Per misurare la reazione capillare , premi un dito sulla gengiva del cavallo , poi rilascia e controlla quanto tempo ci vuole perché ritorni il colore normale . Il tempo normale dovrebbe essere di circa un secondo e mezzo, due secondi .

Tieni monitorata lo stato di idratazione del tuo cavallo . tieni controllata la sua temperatura normale, polso e respirazione .Ricordati che ogni cavallo è un individuo , un essere a sé.

Linee guida :

  • Fornisci sempre accesso ad acqua appetibile al cavallo – L’acqua fresca è meglio perché lo stomaco si svuota più in fretta.
  • Durante l’esercizio , permetti al cavallo di bere il più possibile .
  • Dopo l’esercizio,un cavallo accaldato dovrebbe essere rinfrescato prima di dargli accesso ad acqua fresca .
  • Fornisci del sale per incoraggiare il consumo di acqua e cerca di mantenere l’equilibrio elettrolitico .Se al pascolo , sono sufficienti 30/50 grammi al giorno .
  • Elettroliti in polvere è una buona scelta da usare quando si aggiungono al mangime .
  • Quando non si hanno elettroliti di qualità a disposizione, una mistura di sale da cucina e sale dietetico può essere usato.
  • Dai sempre al tuo cavallo accesso al sale anche quando stai usando gli elettroliti .
  • Non si deve ripetere mai abbastanza che bisogna dare acqua sufficiente quando si usano gli elettroliti .
  • Fornire acqua a sufficienza , usare gli elettroliti giudiziosamente e il buon senso durante la stagione calda massimizzerà la performance del tuo cavallo assicurandosi la sua buona salute .

Avere sempre un piano per fronteggiare le situazioni di emergenza

Partecipare alle competizioni durante i mesi caldi , può accrescere il pericolo di stress da calore . Oltre allo stress del viaggio, il calore può essere un fattore che trasformi uno spostamento del cavallo in una tragedia .Assicurarsi che tu e il tuo cavallo siete pronti e preparati per l’evento sportivo può essere la chiave per un’esperienza divertente e per la salute del tuo animale .

Tutti gli spostamenti possono beneficiare della preparazione e della pianificazione, cercando di assicurarsi che tu sia pronto quando il camion o il trailer arrivino a destinazione: ecco alcuni suggerimenti per rendere ogni spostamento un vero successo :

Attrezzatura : uno o due giorni prima di partire assicurarsi che tutta l’attrezzatura , l’abbigliamento e l’attrezzatura per la pulizia siano già state messe sul trailer – questo include anche i secchi per l’acqua , gli integratori come gli elettroliti etc .

  • Documenti : assicurati di portare i documenti aggiornati , il Coggin test e i documenti del trasporto , le copie dei documenti della vostra associazione e della registrazione .
  • Sicurezza del trasporto:pianifica il suo viaggio in anticipo e parti presto, calcolando i tempi di percorrenza,il traffico e tenendo conto delle previsioni del tempo. Se è uno spostamento lungo, fa’ delle soste a seconda del percorso per poter abbeverare il cavallo, soprattutto se la temperatura è elevata.
  • Piano di sicurezza . Anche se lo spostamento copre una breve distanza , controlla sempre il kit di pronto soccorso e assicurati che contenga tutto il necessario .

Gli stress, come gli spostamenti , posso condurre ad ulcere dello stomaco. Quando un cavallo ha un’ulcera , potrebbe consumare una maggiore quantità di acqua , oppure meno .Se il tuo cavallo ne consuma meno, è a un più alto rischio di stress da calore .

 

Riassumendo : FAQ sullo stress equino da calore : Il caldo estremo può portare a disidratazione, immobilizzazione esaurimento da calore , coliche e perfino morte .

Quando la temperatura è troppo alta per un cavallo ? Consigliamo di non far lavorare il cavallo nelle ore più calde della giornata – scegliete il mattino o la sera quando è più fresco . anche nelle ore più fresche fate attenzione comunque a scaldare e raffreddare il cavallo nel modo corretto .

Usate il buon senso : se fa caldo fuori e tu sei accaldato , pensa a come lavora duramente il cavallo . Un cavallo in forma lo tollera meglio di un cavallo che non lo è.

Come si raffredda un cavallo dopo il lavoro?

Alla fine della cavalcata , dovrai assicurati che vada al passo almeno per gli ultimi 10/15 minuti. Poi, dopo la cavalcata e dopo aver tolto l’attrezzatura,devi offrirgli acqua a volontà , docciare il cavallo dopo il lavoro in estate togliendo con la lama tutta l’acqua in eccesso .- Questo rinfresca l’animale toglie il sudore e la sporcizia e dopo averlo messo in un box ben arieggiato senza correnti d’aria, lo aiuta a raffreddarsi più in fretta .

Come si evita la disidratazione nei cavalli ?

E’ fondamentale riuscire sempre a fornire il cavallo di acqua pulita, ma in estate è una questione di vita o di morte .

Ogni giorno il cavallo ha bisogno di un poco di sale, in particolar modo di una combinazione di sale e cloruro di potassio per il consumo umano. Si trova in molti negozi e incentiva il cavallo a bere di più quindi ad idratarsi .

Gli elettroliti aiutano il cavallo a rimanere in salute nelle temperature calde . Possono essere assunti in forma di pasta , oppure aggiunti al mangime o all’acqua .

State attenti però quando aggiungete gli elettroliti all’acqua, offrire sempre acqua anche senza perché a molti cavalli , non apprezzandone il gusto , smettono di berla – e questo è proprio una cosa che non devono fare.

Quali sono i segnali di surriscaldamento nel cavallo ?

Il cavallo potrebbe avere bisogno di attenzione veterinaria a causa del caldo. Rivolgersi subito al veterinario se compaiono qualunque di questi sintomi

  1. Il cavallo smette di sudare: Alcuni cavalli soffrono di anidrosi , che è l’incapacità di sudare ed è una condizione che va diagnosticata dal veterinario . In cavalli normali , è un segnali di estremo stress da calore. Se fa caldo e il cavallo smette di sudare , chiamare subito il veterinario
  2. Aumento della respirazione – qualsiasi aumento sopra i 50 respiri al minuto richiede un consulto veterinario .
  3. Aumento della temperatura rettale. se la temperatura del cavallo supera i 38°C, chiamare subito il veterinario . Se la temperatura sale di colpo dopo pochi minuti d esercizio , è un sintomo che il cavallo non riesce a raffreddarsi.
  4. Rigidità muscolare: un cavallo che sembra rigido o riluttante a muoversi potrebbe iniziare ad paralizzarsi . Chiamare subito il veterinario .
  5. Letargia: Se il cavallo appare depresso , disinteressato al cibo o manca di coordinazione , chiamare il veterinario.

 

Mentre si aspetta l’arrivo del veterinario, smettere con l’attività fisica , abbeverare il cavallo, fargli una doccia con acqua fresca e tenerlo all’ombra e, se possibile , davanti ad un ventilatore

 

 

 

Testo di riferimento : https://www.aqha.com/it/-/heat-stress-in-horses?fbclid=IwAR3BVRveZ4ybJC_ouYdD3HBCHA_u4_-4tSNgD00oaJvQr_emhLtpjB1jj

 

0 49